TRILOGIA DELLA RAGIONE

“Nessuna legge per me è più sacra di quella della mia natura”

R.W. Emerson

TRILOGIA DELLA RAGIONE
Anne Sexton, Emily Dickinson e Simone Weil
Un progetto di Milena Costanzo in collaborazione con Fattore K e Olinda Onlus
Studi, laboratori, tre spettacoli e un libro finale con foto di Paola Codeluppi

Il termine Ragione è qui inteso nel termine in cui potrebbe intenderlo Anna Maria Ortese, quando parla della Natura, dell’Anima, dell’arrendersi al fatto che noi uomini non siamo al centro dell’universo, ma che esiste una forza che ha leggi ben precise.

“La Giustizia è essenzialmente la pietà del più giovane e del più antico, dell’assolutamente innocente e dell’incomparabilmente puro; è la reverenza per l’Antenato e il Bambino. Questo Antenato è la Terra, questo Bambino è la Bestia, il minore per età o famiglia. Tutto lo scopo (criminale, ovviamente) dell’Intelligenza, durante il suo lungo percorso, e ora che va raggiungendo il traguardo, era invece questo: dichiarare e dimostrare – con carte false – la inferiorità, quando non la insensibilità assoluta, di queste famiglie.”
Anna Maria Ortese – Corpo Celeste

ANNE SEXTON CLEANING THE HOUSE – Lo spettacolo della fine
EMILY – Liberamente tratto dalla vita e dalle opere di Emily Dickinson
CHE IO POSSA SPARIRE – Ordalia di Simone Weil

Questa trilogia propone un vasto lavoro culturare espresso con il mezzo del teatro.
A partire dalla vita, dalle opere e dal pensiero di queste tre donne eccezionali, si propone di indagare il rispetto per l’intelligenza della Natura suprema e della propria natura. Tre vite uniche e molto diverse tra loro, ma che hanno in comune la forza di esprimere se stesse fino alle più fatali conseguenze. In tutte loro aleggia potente, nei modi più inconsueti, la ricerca del sacro.

A questo lavoro prendono parte giovani persone che insieme a me cercano il più possibile di creare forti basi di pensiero per tenere ancorato un lavoro teatrale che altrimenti rischia di risultare mero esercizio di stile. Il nostro lavoro si esprime a partire da una continua ricerca sul linguaggio teatrale in tutte le sue forme, fino ad interrogarsi sulla necessità attuale del fare teatro e di come distribuirlo con modalità di fruizione più consapevoli. Oltre che cercare circuiti alternativi, è nostro intento creare momenti di pensiero in conferenze condivise con maestri della generazione precedente e momenti laboratoriali con giovani attori della nuova generazione.

Milena Costanzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...